NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Mon, Dec
45 Nuovi articoli

Villacidro. Domenica 3 dicembre concerto per dire NO alla Megadiscarica

Attualità Regionale
Aspetto
Condividi

Domenica 3 dicembre alle ore 18.00 presso la Palestra delle scuole di via Farina a Villacidro il gruppo CRC POSSE terrà un concerto per dire NO alla Megadiscarica di Villacidro. Il Concerto, organizzato da Assemblea Permanente e Comitato NoMegadiscarica, ha come obbietivo la reiterazione della richiesta al Consorzio Industriale di Villacidro di non affidare i lavori di realizzazione dell'ampliamento della Discarica insieme all'invito alla politica locale e regionale per bloccare un progetto mostruoso e insensato. La Mega Discarica costerà 15 milioni di euro, soldi buttati per distruggere un territorio in affanno, ed è previsto che vada a occupare una superficie di 19,5 ettari di terreno, ad una distanza di 5 km da Villacidro e San Gavino, in un'area circondata da terreni agricoli, dedicati alla agricoltura e alla pastorizia, e a pochi passi da una zona industriale in cui sono presenti numerose piccole e grandi aziende agroindustriali, artigianali, commerciali e di servizi la cui sopravvivenza, già ora, a causa dell'inquinamento olfattivo e ambientale, si sta inesorabilmente compromettendo.
Basta Inceneritori e Discariche, già bandite dall'Unione Europea, che ha sanzionato l'Italia per milioni di euro, e avanti con soluzioni alternative di trattamento dei rifiuti, differenziata spinta e creazione di filiere economiche e di lavoro. Gli organizzatori si appellano a tutti i sardi per opporsi in maniera ferma e decisa alle politiche imposte dalla Regione con il Nuovo Piano Regionale dei Rifiuti che, per esempio, per Villacidro prevede un terzo modulo e un quarto per le ceneri provenienti dalla combustione dei rifiuti dell'Inceneritore di Macchiareddu. Gli oranizatiri del comitato si appella ai Cagliaritani che vantano il triste primato delle bollette TARI più care in Italia e differenziano meno del 30 %, riversando nella discarica di Villacidro i loro rifiuti.vLa Gestione dei Rifiuti è un problema per tutta la Sardegna: ormai è chiaro come sia più indispensabile per tutti i cittadini arrivare gradualmente alla dismissione delle Discariche e degli Inceneritori, e combattere le lobby dei rifiuti, le uniche a guadagnare milioni di euro a discapito della salute dei Villacidresi e Sangavinesi (Rapporto ASL 2014 cause di morte che riporta dati allarmanti collegati all'inquinamento ambientale della zona e alla vicinanza alla discarica) e delle tasche dei cittadini sardi, Cagliaritani in primis.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna